Gruppi di sostegno nella gestione del peso

Il primo gruppo di sostegno nella gestione del peso "Cambio Dieta" è nato, sotto la mia conduzione, nel 2013. Un'esperienza cruciale per la mia crescita professionale, perchè da quel momento ho ulteriormente approfondito la tematica relativa ai comportamenti alimentari.

Ma che cos'è un gruppo di sostegno?

Un gruppo di sostegno è un luogo protetto, dove alcune persone, generalmente da 4/5 minimo ad un massimo di 10, condividono e si confrontano su tematiche comuni. Attraverso la condivisione e il confronto costante con altre esperienze simili ma diverse ha lo scopo non solo di alleggerire il vissuto individuale (da qui appunto la parola SOSTEGNO) ma anche a trovare e costruire assieme nuove strategie per affrontare/risolvere il problema che accomuna il gruppo. Lo specchio che gli altri ci forniscono in gruppo dà l'occasione di vivere un'esperienza di sviluppo davvero intensa, è un acceleratore di esperienza, proprio per la ricchezza derivante dall'agire e condividere insieme. 

E lo psicologo a cosa serve?

Lo psicologo è il conduttore, ha lo scopo di tutelare l'intero gruppo, sia come entità che come singoli, esplicitando le linee guida di buona condotta interna, guidando le tematiche e le sedute, modellando e mediando le interazioni tra i vari membri. Il conduttore ha inoltre il fondamentale ruolo di "contenere" e sostenere l'intero gruppo, garantendo la riservatezza  e il benessere di tutti i membri, vigilando sui capi saldi del dare spazio all'ascolto delle esperienze di tutti, invitando all'aiuto e alla comprensione reciproca

Chi può partecipare?

Tutti quelli che ne fanno richiesta e condividono la stessa problematica e lo stesso interesse comune; i gruppi sono infatti, da questo punto di vista, omogenei. La formazione del gruppo viene fatta dallo psicologo solo DOPO aver svolto dei brevi colloqui preliminari con ciascun, eventuale, partecipante, allo scopo di tutela del gruppo stesso e del singolo. 

Cosa si fa quindi in un gruppo per la perdita del peso?

Oltre alle cose dette sopra, lo psicologo condurrà le varie sedute predisponendo un aspetto della tematica su cui lavorare, anche attraverso attività guidate di psico-educazione del comportamento alimentare. 

GRUPPI DI SOSTEGNO PER LA CHIRURGIA BARIATRICA

Grazie alla mia esperienza presso l'equipe bariatrica di Padova, dove per 4 anni ho effettuato sia le valutazioni di idoneità psicologica all'intervento che percorsi psicologici pre e post intervento, ho potuto rendermi davvero conto di quanto siano necessari gruppi di questo tipo (e quanto manchino sul territorio e nei servizi pubblici per mancanza spesso di fondi e di risorse). Anche la leteratura scientifica riporta che le persone riescono a raggiungere dei buoni risultati di cambiamento di peso ed abitudini e mantenimento di queste grazie alla partecipazione di gruppi PRE-INTERVENTO e gruppi POST-INTERVENTO di chirurgia bariatrica, che sono un modo efficace per confrontarsi e accompagnarsi in questo percorso importante di cambiamento. Dalla prima visita all'intervento, infatti, passa mediamente un anno...questo è un anno da sfruttare per cominciare quel percorso di cambiamento di cui l'intervento occupa solamente una parte, assieme a tutto il resto. Abitudini, regolazione emotiva, strategie, supporto, aspettative...sono tutti fattori decisivi per rendere funzionale un intervento del genere, che è un grosso aiuto ma non è la bacchetta magica (il peso può comunque tornare a salire se si mantengono le abitudini sbagliate). Non è sempre semplice gestire sia l'aspetto nutrizionale che i cambiamenti emotivi, fisici e relazionali che può comportare tale intervento, oltre ai momenti di scoraggiamento o di timore. Potersi confrontare con persone che stanno vivendo e hanno vissuto la stessa esperienza è un'occasione d'oro. 

E comunque..l'esperienza di gruppo è una forza, provare per credere!

Caterina Zanusso​

C.F. ZNSCRN82L44B107X

P.IVA 04825530282

Iscritta all'Ordine degli Psicologi del Veneto con il numero 8654